Monopoly per Nintendo Switch – Recensione

di Giuseppe Migliorino 0

Definire Monopoly un classico è ormai riduttivo. Stiamo parlando del gioco da tavola per antonomasia, che ha fatto divertire e arrabbiare generazioni di giovani e meno giovani. Un successo senza tempo, che ora arriva anche su Nintendo Switch grazie al lavoro di Ubisoft.

Alzi la mano chi non conosce le regole di Monopoly, un gioco da tavola a cui tutti abbiamo giocato almeno una volta nella nostra vita. La trasposizione per Switch realizzata da Ubisoft cerca di ringiovanire un titolo che, soprattutto tra i più giovani, inizia a sentire il peso dei suoi anni. Purtroppo, i giochi da tavola non hanno più il successo di una volta e per molti l’unica salvezza è proprio quella di sbarcare sul digitale.

Ubisoft ha fatto un ottimo lavoro di trasposizione su Nintendo Switch, correggendo con un update anche un problema che rallentava e non di poco i caricamenti all’interno del gioco.

Rispetto alla versione per le altre console, l’adattamento per Nintendo Switch sfrutta anche alcuni elementi di questo dispositivo, come la possibilità di dare ad ogni giocatore un Joy-Con (fino ad un massimo di 6) per tirare i dadi e prendere le varie decisioni durante il gioco.

Il gioco prevede varie modalità, da quella classica, a quelle con regole diversificate per dare un tocco di novità al Monopoly. E non mancano alcune tavole a tema, come quella dedicata ai Rabbids e alle sue pazze creature.

In generale, l’obiettivo è il solito: i giocatori si muovono sul tabellone, acquistando e mettendo all’asta le proprietà fino a quando non rimane un solo vincitore con ancora del denaro a disposizione.

Per quanto riguarda le modalità alternative, si possono selezionare singoli obiettivi per vincere la partita (ad esempio vince chi guadagna per prima 500M in affitti, chi costruisce il primo Hotel o chi possiede per primo un certo numero di proprietà). Si possono poi avviare partite con le regole “della casa” (ad esempio, quando ti fermi sul Via puoi decidere di incassare 400M o di spostare la tua pedina in una determinata posizione, oppure puoi attivare gli affitti che prevedono un’asta per ogni acquisto di proprietà). Con la modalità Dado rapido si avranno invece partite più veloci, utili soprattutto se si gioca in tante persone. Si tratta di vari elementi in grado di aumentare e non poco la longevità di Monopoly, diversificando le varie regole.

Il gioco inizia con il classico lancio dei dadi per determinare chi aprirà le danze. Presente il tabellone classico e uno, molto bello, animato e con strade ed edifici in 3D.

Sembra di essere in una vera città, ma a livello funzionale forse è più adatto il tabellone classico, meno caotico e più simile all’esperienza del gioco da tavolo. Un tocco di originalità è dato dal tabellone classico a tema Rabbids.

I dadi possono essere lanciati premendo il tasto designato oppure scuotendo il Joy-Con per sfruttare l’HD Rumble. Molto simpatica l’attenzione verso la fisica del gioco: se i dadi toccano la pedina, questa cadrà sul tabellone. Anche nel multipayer in locale si possono aggiungere personaggi gestiti dall’IA.

Ad aumentare le potenzialità di questo gioco ci pensa il multiplayer online. Se non ci sono amici con cui giocare in locale, è possibile tuffarsi online e trovare giocatori da sfidare a Monopoly. Qui il rischio è di trovare giocatori indecisi che perdono tempo, ma in generale l’esperienza è molto divertente se si trovano avversari pazienti e che non si disconnettono magari dopo 30 minuti di partita.

A livello tecnico, grafico e di ottimizzazione per Nintendo Switch, Ubisoft ha quindi fatto un ottimo lavoro.

Dall’altro lato, siamo di fronte al gioco vero e proprio. E si chiama Monopoly, con tutte le sue regole più o meno personalizzabili. E Monopoly, soprattutto in alcune fasi, può essere molto lento. Una lentezza che su console viene ancora di più amplificato, dato che non ci sono soldi di carta da maneggiare, nè case e hotel da posizionare con cura sul tabellone. Insomma, manca quell’elemento di interazione vera e propria che ha fatto le fortune di Monopoly. Se non avete mai giocato al gioco da tavolo, allora potreste apprezzare al meglio la sua versione digitale. I nostalgici, invece, rischiano di preferire proprio la versione “analogica”.

Inoltre, la versione digitale non permette di avere una visione d’insieme delle nostre proprietà rappresentate dalle classiche carte. In questo Monopoly, le proprietà sono visualizzabili solo dall’apposito menù che, però, rischia di rallentare ulteriormente il gioco.

Monopoly per Nintendo Switch può però regalare una bella esperienza di gioco, e un bel po’ di divertimento, soprattutto in portabilità e magari in situazioni dove solitamente non si ha a disposizione il gioco da tavolo. Si tratta infatti di una fedele riproduzione di Monopoly, con alcune piccole aggiunte come la possibilità di salvare la partita in qualsiasi momento, i piccoli obiettivi da sbloccare per avere più pedine e le carte azione che possono cambiare le sorti della partita.

2.5

Monopoly, con tutti i suoi pregi e difetti. In tanti preferiranno la versione da tavolo, ma avere questo gioco su Switch consente di organizzare partite in qualsiasi situazione, anche quando si è fuori casa.

Monopoly

Pro

Monopoly a portata di Switch
Grafica e animazioni
Regole "alternative"

Contro

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link