Yōdanji, un affascinante gioco di ruolo targato KEMCO

di Giuseppe Migliorino 0

Dopo il lancio sull’eShop giapponese, è arrivato anche in Italia il gioco di ruolo della KEMCO Yōdanji. Teeech lo ha provato per voi.

Yōdanji è un gioco di ruolo il cui obiettivo è invocare e catturare gli yōkai, spiriti che sono rimasti nascosti tra noi fino ai giorni nostri. Una volta trovati, potrai scoprirne i loro segreti e dare loro un soprannome. Per evocare più yōkai dovrai però completare i dungeon ricchi di nemici e trappole da superare.

Il gioco è essenzialmente un classico roguelike con combattimenti a turni e dungeon che vengono generati casualmente ogni volta che si gioca. Questo aspetto aumenta sensibilmente la longevità del gioco e la possibilità di rifare tante partite. Il tutto corredato da una grafica in pixel e da personaggi con una personalità, abilità e amuleti unici.

Il genere dei giochi di ruolo con dungeon generati casualmente è molto in voga negli ultimi tempi, soprattutto grazie ad una serie di titoli che hanno avuto un discreto successo su piattaforme mobile. Il giocatore si troverà quindi a dover gestire vere e proprie spedizioni a torni, usando gli oggetti trovati in precedenza e combattendo vere e proprie orde di mostri.

Questo Yōdanji offre però un’affascinante atmosfera giapponese, a partire dal roster di tre personaggi presi direttamente dalla tradizione nipponica. Andando avanti nell’avventura, i giocatori approfondiranno le caratteristiche di questi personaggi e lotteranno per sbloccare tutte le creature selezionabili. I dungeon saranno però molto difficili da superare e offriranno una serie di sfumature tali da rendere questo gioco davvero avvincente.

Inizialmente, la scelta del giocatore è puramente estetica, dato che i personaggi disponibili hanno caratteristiche molto simili tra di loro. Ad esempio, Karakasa è un obrello vecchio di cento anni che attacca utilizzando la lingua paralizzante e può prendere una forma diversa per accelerare il recupero della salute e ridurre la sua fame. Kamaitachi è una donnola che ha delle falci sulle zampe ed è in grado di effettuare attacchi molto feroci. Ogni personaggio ha però una sua storia ben strutturata, che può essere approfondita andando avanti nel gioco. Tutti i testi sono disponibili solo in lingua inglese, russa o giapponese.

In Yōdanji il giocatore dovrà stare molto attento a gestire con cura oggetti e combattimenti, perchè il rischio di essere uccisi è molto alto se non si prendono decisioni ponderate. Potremo equipaggiare il nostro personaggio con elementi difensivi o con amuleti e armi per effettuare attacchi di vario tipo. Ogni personaggio può avere un massimo di 5 oggetti, salvo qualche rara eccezione.

E attenzione ad utilizzare le pozioni curative, senza le quali sarà praticamente impossibile sconfiggere i boss di fine dungeon.

Anche i combattimenti sono strutturati bene, ma in maniera complessa. Nei dungeon, ogni oggetto è protetto da delle guardie e in ogni dungeon dovremo usare una strategia diversa per portarlo a termine.

Yōdanji non è un gioco semplice e non è certo adatto ai casual gamer. La difficoltà è elevata e alcune fasi possono essere frustranti, specialmente dinanzi ai boss finali. Ma per chi ama i rogue e preferiscono un alto livello di difficoltà, questo gioco ha tanto da offrire.

Yōdanji è disponibile su Nintendo eShop al prezzo di 4,99€ (peso 99.61MB).

2.5

Un gioco complesso, che o si odia o si ama. Dungeon casuali, livello di difficoltà elevato, ma anche tanta strategia, personaggi affascinanti e grafica a pixel che rendono questo titolo molto particolare.

Yōdanji
Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link