Fallout 76, diamo uno sguardo al sistema di microtransazioni

di Luca Ansevini 0

In aggiunta a quanto già annunciato in passato, Bethesda ha rivelato nuovi dettagli in merito al sistema di microtransazioni che sarà implementato nel loro prossimo titolo Fallout 76.

Sin dall’annuncio del sistema di microtransazioni l’azienda non è stata risparmiata da critiche per una scelta che sappiamo non essere mai pienamente apprezzata da una larga fetta del popolo videoludico per motivi etici. Nello specifico la valuta virtuale utilizzata da Fallout 76 saranno gli Atoms che a differenza dei tappi di bottiglia saranno l’unica valuta acquistabile mediante denaro reale.

Per ottenere gli Atoms non è ovviamente indispensabile l’adozione di microtransazioni vista la possibilità di ottenerli anche in-game completando determinati obiettivi. Tuttavia Pete Hines di Bethesda ha specificato che tale valuta consentirà di acquistare solamente una piccola parte di di oggetti che comprende solamente outfits e skin, oggetti che non forniranno alcun vantaggio in game e che saranno assolutamente marginali ai fini del completamento del gioco.

Se siete insomma tra coloro che si sono subito adirati verso la software house potete placare i vostri animi. Le microtransazioni ci saranno ma non andranno per fortuna ad impattare la godibilità del titolo ne forniranno vantaggio al giocatore, una scelta che sicuramente dovrebbe mitigare le polemiche della fanbase di Fallout.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link