Google Stadia: al via il download dal Play Store

di Claudio Stoduto 0

Ci siamo ormai per quella che da molti è considerata come una data che segnerà il mondo del settore videoludico con l’arrivo di Stadia, il progetto di Google che ha grandi, grandissime ambizioni.

Senza ombra di dubbio possiamo dire che si sta creando un discreto hype intorno a questo nuovo prodotto che, nel giro di due settimane, arriverà anche qui da noi in Italia in maniera del tutto ufficiale.

Nel frattempo, giusto per prepararsi, Google ha deciso di rilasciare ufficialmente la sua applicazione direttamente sul proprio Play Store nel corso di queste ultime ore. Fra le altre cose che si notano, ci sono un paio di screenshot interessanti che mostrano alcuni dei titoli a cui si potrà tranquillamente giocare sin dal lancio del prossimo 19 novembre 2019. Vi segnaliamo, giusto per correttezza, anche la presenza di Red Dead Redemption 2 che sa il fatto suo.

Si parla di circa 129 megabyte di spazio generale che essa andrà ad occupare e subito in prima impressione dovremo andare a selezionare quale account vorremmo utilizzare per il nostro dispositivo in questione. Se avete più account Google non dovrete fare altro che scegliere quello più corretto da questo punto di vista e confermare la vostra opzione. Fate ben attenzione perché ad esempio in questo modo andrete ad ottenere uno dei vantaggi del lancio di Stadia, ovvero l’erogazione gratuita del premio che corrisponde ad una copia digitale del gioco Destiny 2. Se sbagliate scelta non potrete cambiare successivamente con un altro account in vostro possesso.

Ricordiamo infine che Google Stadia sarà compatibile con i seguenti dispositivi: Google Pixel 2, Google Pixel 3a, Google Pixel 3, Google Pixel 4, Google Pixel Slate, Acer Chromebook Tab 10 ed HP Chromebook X2.

In quanti attendete con trepidazione il suo arrivo ufficiale anche in Italia? Iniziate a scaricare l’applicazione dal Play Store per assaporare un po’ dell’esperienza di Stadia in arrivo.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.