Death Stranding, Hideo Kojima risponde alle recensioni del gioco

di Luca Ansevini 0

Death Stranding è sicuramente il titolo più chiacchierato del momento e che ha diviso critica e pubblico in due schieramenti ben marcati. Questa divisione di consensi ha reso necessario un’intervento del game director Hideo Kojima, che ha cercato di spiegare le motivazioni derivanti da molti dei giudizi negativi.

Molti dei giudizi poco lusinghieri nei confronti del gioco giungono prevalentemente dagli Stati Uniti, un mercato che secondo il creatore del gioco Hideo Kojima è molto legato al genere FPS. Tale affetto avrebbe quindi portato gran parte dell’opinione pubblica a non comprendere appieno lo spirito del gioco di Kojima, che ha avuto decisamente maggior fortuna in Europa e in Giappone.

Ecco le dichiarazioni ufficiali di Kojima

Devo dire che il gioco ha ricevuto alcune recensioni entusiastiche, soprattutto in Europa e in Giappone. Negli Stati Uniti, invece, abbiamo avuto critiche più forti. Forse è un gioco difficile da capire per un certo tipo di critica e pubblico. Gli americani sono alcuni dei più grandi fan degli sparatutto in prima persona e Death Stranding non è questo.

Al momento, sul noto portale Metacritic, lo score medio è di 83 ma è indubbio come Death Stranding sia uno dei titoli che in questi ultimi anni è riuscito maggiormente a dividere critica e pubblico con un gameplay senza dubbio molto particolare e lontano da quello che forse in molti si aspettavano in virtù del background del noto game director.

Avete giocato a Death Stranding? Quali sono le vostre opinioni in merito a questo titolo?

 

 

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.